Travellito.com usa i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. 

Navigando sul nostro sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per maggiori informazioni

+39 324 9842171 Like us on Facebook

Castrignano del Capo

Pare addirittura cheSan Pietrostesso, nel suo viaggio versoRoma, si sia fermato a Castrignano del Capo (precisamente a Santa Maria di Leuca) e che, da allora, il tempio pagano dedicato alla deaMinervasia diventato il Santuario della "Madonna de finibus terrae".

In tarda epoca romana fu costruita una fortezza, poi ingrandita in seguito alla devastazione subita da Vereto e Leuca. Il centro di Castrignanosorse intorno al 1000, per una esigenza di maggiore protezione e difesa.

Il territorio del feudo castrignanese fu dei d'Almeto nel 1280, poi il fortilizio passò ai de Caniano, ai Pignatelli, ai Bilitta, agli Ayerbo, ai della Ratta, ai della Barliera, ai de Frisis ed infine a Fabrizio Guarini.

Nel centro storico di Castrignano del Capo si può incontrare la Chiesa Matrice, dedicata a San Michele Arcangelo, caduta nel terremoto del 1743 e subito riedificata.Alla periferia del paese si trova laChiesa di San Pietro, monumento nazionale

Castrignano è separato dalla sua frazione di Salignano da un viale alberato.

In questo centro si può ammirare laTorre di difesacostruita nel1550come riporta un'iscrizione sull'architrave della porta d'ingresso alta quindici metri e larga venti, è dotata di dieci piombatoi e cinque cannoniere ed è a forma circolare.

Ultima frazione di Castrignano è Giuliano, un vero "gioiello" di storia, ricco di antiche testimonianze. Un bellissimo portale ci introduce nel centro storico, dove si può ammirare il Castello cinquecentesco, con il fossato e quattro bastioni, il menhir con "cappello" e la chiesa intitolata a San Giovanni Crisostomo.