Travellito.com usa i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. 

Navigando sul nostro sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per maggiori informazioni

+39 324 9842171 Like us on Facebook

San Cataldo

 Per un lungo periodo e fino agli inizi del ‘900, tutta la fascia costiera da San Cataldo ad Otranto, compreso l’entroterra, rimase quasi disabitata a causa della natura paludosa del terreno che portò la malaria che poi fu debellata grazie alle opere di bonifica.

 San Cataldo è fornita di un faro e di un porto turistico che può ospitare circa 200 imbarcazioni . Da sempre è indicata come “Il mare dei leccesi”, per via della sua estrema vicinanza alla città. San Cataldo è una perla sulla costa adriatico-salentina, dotata di incantevoli spiaggie ed un mare cristallino. La costa è bassa e prevalentemente sabbiosa, divisa dall’entroterra salentino dalla pineta e dalla riserva naturale delle Cesine. San Cataldo  oggi è riserva naturale biogenetica statale dove importante è la presenza del pino d'Aleppo.

La domenica mattina, anche d'inverno, si svolge il mercato ortofrutticolo. D'estate la pro-loco organizza la "sagra del pane", una festa durante la quale si possono degustare alcune tra le specialità culinarie salentine più note e soprattutto la "puccia con le olive" ed i "pizzi" (pane impastato con pomodoro e cipolla).Durante un viaggio a San Cataldo è consigliata una bella passeggiata sul lungomare con la possibilità anche di praticare delle attività sportive nella grande spiaggia a disposizione dei turisti. E’ così che la località di san Cataldo è divenuta la marina dei leccesi e sempre più una località a vocazione turistico - balneare, con offerte turistiche in residence e appartamenti in affitto sul mare

 San Cataldo è la meta ideale per trascorrere una vacanza all'insegna del mare, del sole e dove poter assaporare le ricette tipiche che conservano ancora i sapori di una volta.