Travellito.com usa i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. 

Navigando sul nostro sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per maggiori informazioni

+39 324 9842171 Like us on Facebook

Andrano

Il nome di Andrano deriva da Sant'Andrea Apostolo eletto patrono in quanto protettore dei pescatori dato che l'originaria attività principale doveva essere rappresentata dalla pesca., da cui è derivato prima il nome di Andreano, poi con la elisione della "e" è divenuto Andrano[7]. Sono poche le notizie disponibili sull'antico sito di Andrano Andrano sarebbe stato edificato dai Cretesi[1]. Sulla base di questa tradizione storica si è stratificata nel tempo la leggenda di uno sbarco sulle coste andranesi, a seguito di un naufragio, di un gruppo di pescatori greci che fondarono il casale di Feronzo. Questi, in una fase storica non precisata, si sarebbero trasferiti nell’entroterra, in un luogo più sicuro, fondando il casale denominato “Cellino” Nel V secolo dopo Cristo, il Salento e Andrano furono aggrediti da Vandali e Barbari; in questa occasione molti villaggi vennero definitivamente annientati, tra questi vi fu anche il casale Cellino. Dalle ceneri di questo piccolo agglomerato urbano sorse Andrano. La storia del paese segue la storia del suo castello e dei feudatari che lo hanno posseduto. Nel periodo feudale il casale di Andrano venne assegnato nel 1196 a Pietro De Curla da cui passò alla famiglia Rossi.

Dal 1341 al 1349 appartenne ai De Castelli; nel 1354 fu acquistato dai Sambiase e nel 1358 dai Capece. Nel XV secolo fu feudo delle famiglie De Hugot (1404), Del Balzo-Orsini (1431), Saraceno (1466), quest'ultimi lo governarono per circa centocinquanta anni. Nel 1606 il feudo divenne proprietà della famiglia Spinola, ai quali subentrarono nel 1660 i Gallone. Nel 1734 fu acquistato dai Caracciolo che furono feudatari fino all'eversione della feudalità nel 1806; a loro si devono gli ultimi lavori di ampliamento del castello[10]. A partire dal 1817 fu attiva nel paese lasetta dei Filadelfi, guidata dal notaro Franceso Saverio Riccio. Andrano ha due frazioni: Castiglione d'Otranto e la caratterististica Marina di Andrano. La marina si estende per circa 3 km di costa, con tratti di scogliera che si alternano a piccole spiagge. Le spiagge principali sono La Botte eMarina della Torre. Di notevole importanza paesaggistica è il Belvedere Madonna d'Attarico, da cui è possibile osservare uno splendido panorama. Qui sono presenti una suggestiva cripta bizantina e una singolare Chiesa a forma di chiglia di nave, oltre a numerose paiare.